Ente di riferimento

Comune di Casal di Principe

Tipologia

Beni confiscati con interventi in corso

Localizzazione del bene

Corso Umberto I, 882 – Casal di Principe (CE)

Proprietario del bene

Comune di Casal di Principe

Il percorso di riuso sociale:

L’Università per la legalità e lo sviluppo è stato il primo bene confiscato alla camorra nel comune di Casal di Principe recuperato con finalità pubbliche e sociali. Il recupero è stato possibile nell’ambito di un progetto pilota denominato “Rafforzamento della legalità in un’area ad alta densità criminale” finanziato coi fondi del PON Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno, QCS 1994-99, gestiti dal Ministero dell’Interno. Beneficiario del finanziamento e soggetto attuatore del progetto è stata Agrorinasce .
I lavori furono terminati nel 2000 e l’inaugurazione dell’Università per la legalità e lo sviluppo avvenne il 19 dicembre del 2000.
Il progetto prevedeva il recupero funzionale dell’immobile e una serie di attività che avrebbero avuto la direzione di Libera e sarebbero state gestite da un soggetto del terzo settore. Fu quindi emanato un bando, a cui rispose solo la cooperativa sociale Sole Sud ONLUS che comunque presentò una proposta valida e dal 2000 ottenne la gestione delle attività. Per circa due anni la cooperativa ha promosso varie tipologie di iniziative e attività all’interno del bene confiscato, ma in seguito ha aperto un contenzioso (rimasto irrisolto) con Agrorinasce, a causa del mancato pagamento delle prestazioni erogate.
Attualmente l’immobile è gestito da Agrorinasce e si configura come un “Centro polifunzionale di incontro, documentazione e ricerca sui temi della legalità e dello sviluppo” con uno sportello Antiracket, un sala incontri e una biblioteca.
In seguito alla fuoriuscita del Comune di Casal di Principe dalla società consortile, il bene confiscato è in attesa di riconsegna.

Il soggetto gestore:

Descrizione del bene:

Contatti